you're reading...
democrazia, Lega, Maroni

Poltrone in Lega

«La Lega non ha mai fatto questioni di poltrone, ne’ lo fara’ in questo momento. A noi le poltrone non interessano». Lo ha dichiarato il capogruppo della Lega Nord alla Camera Marco Reguzzoni in una nota ripresa dai principali organi di informazione. Peccato che quasi nessuno di quegli organi di informazione si sia preso la briga di sbugiardare all’istante le dichiarazioni dell’onorevole Reguzzoni. Sarebbe stato opportuno pubblicare la lunga lista di poltrone che sono state e sono tutt’ora occupate dai principali esponenti leghisti. Facciamo solo alcuni esempi.

Dario Galli è presidente della provincia di Varese, consigliere di Finmeccanica (società di cui lo Stato è azionista di riferimento), amministratore della Financière Fideuram di Parigi (Gruppo Banca Intesa), ex deputato e poi senatore con tanto di vitalizio maturato.

Leonardo Ambrogio Carioni è presidente di Sviluppo Sistema Fiere, società controllata dalla Fondazione Fiera di Milano, nonché presidente della Provincia di Como, sindaco di Turate e presidente dell’Unione delle Province lombarde.

Daniele Molgora è stato Sottosegretario all’Economia, attualmente Deputato e Presidente della Provincia di Brescia.

Umberto Bossi invece è meno individualista e pensa più alla famiglia, secondo una concezione stranamente meridionalista. Il figlio Renzo (detto “il Trota”) è stato piazzato nel Consiglio regionale della Lombardia. Il fratellastro Riccardo ha fatto l’assistente dell’europarlamentare Francesco Speroni, in pratica un “portaborse” che porta a casa quasi 13 mila euro. Anche Franco Bossi, fratello di Umberto, dopo un passato da meccanico è stato prima promosso al ruolo di portaborse in Europa di Matteo Salvini, e poi anche membro del consiglio di amministrazione delle case popolari di Varese. E per finire la moglie del Senatur, Manuela Marrone, in pensione dall’età di 39 anni, ha fondato una scuola privata che di recente ha ricevuto un finanziamento pubblico di 800mila euro da un fondo istituito dal Senato.
Si potrebbe andare avanti ancora a lungo, ma il concetto ormai è chiaro. Quelli della Lega non sono attaccati alle poltrone, loro sono diventati un tutt’uno con le poltrone.

Annunci

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Aggiornamenti Twitter

  • 505 visitatori
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: